header_image

Your search results

Vezzolano – Storia del Monferrato

Posted by admin on 31 Marzo 2015
| 0

Nascosta sul pendio di una valle l’abbazia di Vezzolano vigilata dall’alto dal paese di Albugnano un paese il cui castello fu dei marchesi di Monferrato, ed il cui nome deriva dal latino albus per la caratteristica bianchezza della sua terra.
Vezzolano ha nel nome uno strano etimo: Vezola o Veziola, diminutivo di ” vezia ” che significa recipiente.

La chiesa fu eretta nel 1110-1189 sulle rovine di un precedente tempio.I primi canonici vezzolanesi furono portati in Italia da Sant ‘eusebio di ritorno dall’esilio di Scitopoli.

L’abbazia il pi antico monumento architettonico romanico esistente in Piemonte, la sua facciata che ci ricorda il motivo architettonico delle gallerie cieche di alcune chiese romaniche toscane, quali per esempio il Duomo di Lucca, veramente una cosa deliziosa.

Il motivo della costruzione dell’abbazia legato ad una leggenda, la quale narra che l’imperatore Carlo Magno durante una battuta di caccia nelle terre attorno all’abbazia , vide tre scheletri sull’orlo di una tomba scoperchiata con accanto un frate che gli consigli di costruire il monastero di Vezzolano.L’abbazia pot vantare di non dipendere da nessuna diocesi vescovile ma direttamente dal Papa, fu ricca di possedimenti territoriali successivamente confiscati con il passaggio del Monferrato alla Casa Savoia era l’inizio della fine cos vezzolano divenne un solitario e silenzioso monumento architettonico nascosto tra i colli del Monferrato, l’abbazia oggi un luogo dove non si deve solo ammirare ma soprattutto sentire l’atmosfera mistica che essa trasmette.

Commenti

MENU