header_image

Your search results

Sala Monferrato

Posted by admin on 11 Giugno 2015
| 0

La storia:

Il paese, posto su una collina in splendida posizione panoramica, si è sviluppato nel corso dei secoli attorno ad un nucleo più antico, il castello, risalente all’ epoca longobarda ed altomedievale, il quale, posto in posizione dominante, rappresentò certamente un baluardo di difesa per la popolazione del territorio circostante.

Coinvolto nelle vicende politiche e storiche del Monferrato, Sala Monferrato fu controllato da numerosi feudatari che si susseguirono nei secoli, tra i quali i casalesi Berbotti e Belloni e la famiglia Della Scala.

Nel XVII secolo, nell’ ambito della guerra di successione del Monferrato, il territorio fu occupato alternativamente da francesi e spagnoli. Tra la fine del Seicento e i primi decenni del Settecento si consolidò l’ egemonia sabauda sulla regione, e Sala, così come gli altri centri vicini, entrò a far parte del regno dei Savoia, del quale da allora in poi seguì le vicende.

Gli edifici:

Chiesa di San Francesco: Era l’ antica cappella del castello. Nel Seicento fu completamente ricostruita. Domina sul paese dall’alto della collina da cui si gode uno splendido panorama sulle valli monferrine.

Parrocchiale di San Giacomo Maggiore: Fu costruita ed ampliata in varie riprese. Nel 1860 è stata consacrata dal vescovo, monsignor Di Callabiana. Nella facciata vi è un affresco del Santo titolare, opera di Andrea Conti. All’ interno spiccano invece tre tele del Moncalvo: l’Assunta, la Madonna del Rosario con figure oranti e l’ Incontro sulla strada del Calvario di Gesù Cristo con la madre. Nel presbiterio sono invece conservate due tele dell’ Alberini. Sopra gli stalli del coro, pregevoli gli affreschi dei fratelli Ivaldi, acquesi, detti i “Muti”. Anche la volta è affrescata. Nel ciborio sopra l’ altare maggiore è posta una stauroteca contenente un frammento della Croce di Gesù. La sacrestia conserva preziosi arredi e paramenti sacri.

Castello: Nucleo del borgo da cui ha preso vita il paese, e di epoca altomedievale. La veste attuale risale ad un rifacimento operato agli inizi del Novecento.

Commenti

MENU