header_image

Your search results

Fine settimana con Casale Città Aperta

Posted by Gestore on 10 febbraio 2018
| 0

Fine settimana con Casale Città Aperta.

Fine settimana con Casale Città Aperta, la tradizionale iniziativa per far conoscere i monumenti e i musei cittadini organizzata dell’Assessorato alla Cultura – Museo Civico e in programma abitualmente durante il consueto appuntamento con il Mercatino dell’Antiquariato che si svolge al Mercato Pavia presso Piazza Castello.

Sabato 10 e domenica 11 febbraio saranno visitabili:

– la Cattedrale di Sant’Evasio e la chiesa di San Domenico (dalle 15 alle 17,30);

– la chiesa di Santa Caterina, la Torre Civica, la chiesa di San Michele e Palazzo Vitta tutti con i seguenti orari: sabato 15 – 17,30 e domenica 10 – 12,30 e 15-17,30;

– il Teatro Municipale (solo domenica 10 – 12,30 e 15 – 17,30;),

– il Castello del Monferrato con le mostre gratuite “Il Castello nascosto”, “Cosmogonie” e “Arte Criminologica” visitabili sabato e domenica 10 – 13 e 15 – 19.

Cosmogonie sarà visitabile a partire dall’inaugurazione di sabato 10 febbraio alle 17,30.

Domenica, alle ore 15 con partenza dal Chiosco Informazioni Turistiche in piazza Castello, si potrà inoltre partecipare a una visita gratuita con l’accompagnamento dei volontari dell’Associazione Orizzonte Casale.

Continua, fino a fine mese per festeggiare l’ammissione della città di Casale tra le dieci finaliste al titolo di Capitale Italiana della Cultura 2020, la gradita iniziativa voluta dall’Assessorato alla Cultura che offre l’ingresso gratuito al Museo Civico (sabato e domenica dalle 10,30 alle 13 e dalle 15 alle 18,30). Situato nell’ex Convento di Santa Croce, affrescato all’inizio del Seicento da Guglielmo Caccia detto il Moncalvo, include la Pinacoteca (con l’esposizione di circa 250 opere tra dipinti, ceramiche, sculture lignee e antichi tessuti) e la Gipsoteca Leonardo Bistolfi, una delle poche collezioni italiane in grado di illustrare l’intero percorso creativo di uno scultore nella sua completezza. Sono esposte 170 sculture del maestro simbolista, di origine casalese, che raggiunse fama internazionale.

Riapriranno, dopo la breve pausa invernale, la Sinagoga e i Musei Ebraici (domenica  10 – 12 e 15 – 17): edificata nel 1595, monumento di grande interesse storico e artistico,  oggi si presenta nel suo splendore barocco rococò piemontese (1700-1800). Sono annessi il Museo Ebraico, che espone numerosi argenti, tessuti e oggetti di culto e il Museo dei Lumi.

“Sacrestia Aperta” (Tesoro del Duomo) riaprirà al pubblico il prossimo 3 marzo.

Commenti

Lascia un commento

La tua email non sarà resa pubblica.

MENU