header_image

Your search results

Cereseto

Posted by admin on 1 Aprile 2015
| 0

La storia:

Cereseto appare tra le verdi colline del Monferrato come una gemma, dominato dall’ imponente castello dalle molteplici torri, uno dei più belli dell’ intera zona. Importante ricordare che a due passi da Cereseto sorge il noto Santuario della Madonna di Crea. Il borgo, sorto in vicinanza dell’ antica abbazia di San Cassiano viene infeudato a dei seguaci di Ardoino d’ Ivrea e poi confiscato al cavaliere sàssone Granseverto suo sostenitore. Diventa in seguito possedimento dei monasteri della Novalesa e di Breme, dei marchesi di Monferrato aleramici e paleologi. Alla fine del 1500 Vincenzo I Gonzaga lo concede a Germanico Sarvognan costruttore della cittadella di Casale Monferrato. Dopo le devastazioni del 1600 il castello fu ridotto e restaurato dai conti De-Maistre Lovera di Maria, e nel 1912 ricostruito dalle fondamenta da Riccardo Gualino.

Gli edifici:

Chiesa parrocchiale: Dedicata a San Pietro, ha origini trecentesche, ma è stata rimaneggiata nel corso del XVIII secolo. L’ illuminazione interna è garantita da grandi vetrate. Le decorazioni interne sono attribuite a Micheletti. La sacrestia conserva pregevoli arredamenti lignei.

Castello: Costruito intorno al 1910 in stile tardo quattrocentesco piemontese dall’ ingegnere Vittorio Tornielli resta una delle più pregevoli testimonianze dell’ artificio costruttivo che alimentò la cultura architettonica alla fine dell’ 800. Oggi il castello si presenta in ottimo stato esternamente, mentre internamente ha perso molto degli originali fasti; fu la prima dimora dell’ avvocato imprenditore Riccardo Gualino; purtroppo non è possibile visitarlo all’ interno, la parte esterna è stata riportata all’ originale splendore nel 1997. L’ edificio ha dimensioni monumentali, la sua costruzione impegnò per un decennio un numero considerevole di maestranze che portarono movimento ed attività in paese.

Commenti

MENU